7 luglio 2014.

Quello che segue è un’ode alla vita.

Sì, alla vita: il dono più bello che ci è stato dato. Spesso ne parliamo come se fosse un’entità estranea, che quando vuole ci tiene per mano, ma che alle volte ci si rivolta contro e ci bastona. Qualcosa che ha il potere di renderci immensamente felici, ma anche infinitamente tristi.
Ma la vita, ragazzi, la nostra vita, siamo noi.
Siamo noi che la costruiamo giorno per giorno, minuto dopo minuto, con ogni piccola scelta che facciamo. Siamo noi che decidiamo se lasciar perdere o sforzarci di capire, se chinare la testa o ribellarci, se tirare dritto per la nostra strada o fermarci a ricambiare uno sguardo. Siamo noi, tutte le volte, a scegliere.

Certo, poi succedono delle cose terribili che nessuno sceglierebbe mai, e che proprio non
hanno un perché. Ma nonostante questo, anzi esattamente per questo, dobbiamo cercare
di capire chi siamo, di sentire nel profondo quello che davvero vogliamo, e non tradirci mai. Ci vuole tempo, tanto tempo a diventare noi stessi, spesso non basta una vita intera: vediamo di non sprecare tempo vivendo quella di un altro.

Per quanto mi riguarda, le scelte più difficili, quelle che mi hanno davvero cambiato la vita, le ho fatte in mezzo secondo. E poi sono capace di passare un’ora davanti allo scaffale del supermercato solo per prendere uno shampoo. Non che io sappia già che cosa voglio dalla vita, che abbia già capito tutto eccetera eccetera. Figuriamoci, non so neanche scegliere uno shampoo! Però, ecco: quando passa il treno che voglio, lo riconosco subito. Intuito? Destino? Fortuna? Chi lo sa, tanto mica posso andare a vedere come sarebbe stato se non fossi salita: Sliding doorè soltanto un film.

Scelgo di credere nel presente, nel qui e nell’ora, in fondo l’unica cosa vera che ho in mano. E sono convinta che, pezzettino dopo pezzettino, questo eterno presente diventerà il mio futuro, e quando mi volterò indietro saprò leggere nel mio passato quel disegno che adesso non posso vedere. Perché tutto ha un senso, anche se quando ci sei dentro non riesci a capirlo. Non bisogna mai perdere la fiducia, perché oltre il buio c’è ancora la luce. Che arriva, arriva sempre, garantito: sulla mia pelle.

E poi, non bisogna mai smettere di desiderare.
In questi ultimi anni ho desiderato tanto. Cose che potevo avere, cose che non potevo avere. E più mi accanivo, meno ottenevo – perché la vita, si sa, è un po’ dispettosa. Ma l’incredibile è che quando ho smesso di impuntarmi perché le cose andassero a tutti i costi come volevo io, quello che desideravo è arrivato. Magari in altra forma, e quando meno me lo aspettavo. Ma ogni volta, giuro, ogni volta… è stato molto meglio di quanto avrei mai potuto immaginare.

La cosa più bella della vita, è che ti sorprende.

You can’t always get what you want
But if you try sometimes
Well, you might find
You find what you need

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...